Virabhadrasana 2, la seconda figura del guerriero

Oggi vedremo come aumentare la forza fisica e di volontà, l’equilibrio, l’autostima e tanto altro ancora, grazie a Virabhadrasana 2, la seconda figura del guerriero.

Namastè, come stai?

eccoci un’altra volta insieme per un nuovo appuntamento con Virabhadra, il potente guerriero creato da Shiva, e le sue posizioni. In particolare, dopo aver visto in un precedente articolo tutto su Virabhadrasana 1, continuiamo oggi con la seconda figura di Virabhadrasana, detta il guerriero 2.

Che cos’è Virabhadrasana 2?

In precedenza abbiamo già visto la 1° figura del guerriero e il suo significato mitologico.

Abbiamo inoltre parlato dei suoi benefici, che vanno a impattare positivamente su diversi aspetti del nostro essere: fisico, mentale, energetico e respiratorio.

La 2° figura del potente ciclo dei guerrieri prosegue in questo percorso, regalando a sua volta un aumento della forza fisica e della forza di volontà.

Donna che esegue Virabhadrasana 2 in montagna

Coerentemente ai principi dello Yoga, il “guerriero” di cui parliamo è in realtà un guerriero di pace, che combatte per realizzare il suo Dharma, la sua missione.

La pratica di questi asana aiuterà il guerriero che è in noi a svilupparsi, e questo ci aiuterà a individuare il nostro Dharma, cioè il nostro scopo, ciò che rende ognuno di noi unico e irripetibile.

Virabhadrasana 2 può aiutarti ad aumentare la sicurezza in te stessa, rafforzando anche la tua resilienza non soltanto fisica e mentale, ma anche nei confronti delle difficoltà della vita.

Questo asana contribuisce ad aumentare la propria autostima, l’equilibrio, il buonumore ed il radicamento. Viene inoltre annoverato fra gli asana più utili per chi passa tante (troppe) ore seduto alla scrivania, davanti ad un PC; situazione, quest’ultima, sempre più comune.

Leggi anche: Yoga e Autostima in 5 Asana

Anche Virabhadrasana 2 è una posizione “polare”, cioè che va eseguita su entrambe le parti del corpo.

Tutti i benefici di Virabhadrasana 2

I benefici sul piano fisico

Con la pratica costante e regolare della posizione del guerriero 2, permetti al tuo corpo di:

  • aprire l’interno delle gambe
  • rafforzare i quadricipiti ed i polpacci
  • rinforzare la schiena
  • tonificare e irrobustire i muscoli dell’addome, delle braccia e dei glutei, aumentando così la mobilità e la flessibilità delle articolazioni delle anche.

Inoltre:

  • tonifichi le caviglie e irrobustisci le articolazioni delle ginocchia
  • sciogli e fortifichi le spalle, eliminando anche eventuali rigidità al collo
  • distendi la colonna vertebrale
  • allunghi lo Psoas, detto anche “muscolo dell’anima”, attaccato in parte al diaframma e in parte alla colonna vertebrale
Schema anatomico che mostra la posizione del gruppo muscolare psoas

Lo Psoas o Ileopsoas è un gruppo di muscoli che si trova nella zona lombare, a contatto con le anche, nella zona del bacino.

Lo Psoas è di vitale importanza poiché si occupa della stabilizzazione dell’organismo e del suo equilibrio strutturale.

Grazie a Virabhadrasana 2 è possibile mantenere lo Psoas elastico e quindi combattere l’ansia e la cattiva digestione.

La seconda figura del guerriero, Virabhadrasana 2, è anche detta dell’angolo laterale esteso e risulta utilissima per migliorare la circolazione degli arti inferiori.

Risulta infatti essere terapeutica per i piedi piatti, per la sciatica, per i fianchi tesi, agisce positivamente per l’osteoporosi e per l’infertilità in quanto lavora sulle gonadi maschili e femminili.

I benefici sul piano mentale

Virabhadrasana 2 rende resilienti e nel contempo flessibili, qualità che ci consentono di affrontare al meglio gli eventi difficili della vita. inoltre migliora l’equilibrio, il radicamento e la concentrazione

In pratica consente di essere il meglio di sé stessi nelle varie situazioni della vita e di affrontare le varie problematiche con maggiore lucidità e sicurezza, per trovare valide soluzioni.

I benefici sul piano energetico

In questo asana vengono attivati ed equilibrati due chakra o centri energetici:

  • un chakra basso, il 3° detto Manipura, all’altezza del plesso solare, che coinvolge il nostro rapportarci in modo equilibrato verso l’esterno, cioè verso gli altri, migliorando la propria autostima e sicurezza.
  • e un chakra alto, il 4° detto Anahata, il chakra del cuore “sottile”, sede del vero amore, degli affetti e di sentimenti quali compassione, pazienza e umiltà. Il chakra Anahata riguarda principalmente l’amore per gli altri, cioè l’amore adulto e universale, non solo quello delle relazioni a due ma verso tutti gli esseri senzienti.

…e sulla respirazione

La seconda figura di Virabhadrasana consente un’ottima apertura del petto, espandendo completamente il torace e ottenendo così un aumento del lavoro dei polmoni e un miglioramento della respirazione.

Donna che esegue Virabhadrasana 2, la seconda posizione del guerriero, in riva ad un fiume, al tramonto

Controindicazioni e consigli per Virabhadrasana 2

Come sempre occorre rispettare il proprio corpo durante l’esecuzione di questo asana.

Se hai problemi alle anche, apri meno le gambe e scendi di meno in basso con il bacino, così da non affaticare troppo le articolazioni delle anche, delle ginocchia e delle caviglie. 

Se sei un neofita e ti fanno male le braccia e le spalle, puoi tenere le mani ai fianchi.

Se hai dolore al collo, non volgere il capo ma mantieni lo sguardo avanti e la testa dritta.

Se invece sei già un esperto di yoga, puoi potenziare la posizione aumentando l’apertura delle gambe e la discesa con il bacino; puoi anche rivolgere i palmi delle mani verso l’alto invece che verso il basso, come è più consueto.

Evita la posizione in caso di interventi recenti alle spalle, alle braccia, al bacino, al collo, e alle ginocchia.

Leggi anche: Virabhadrasana, o il guerriero

Conclusioni e… pratica video

Sono certa che praticando quotidianamente e con costanza Virabhadrasana nelle figure 1 e 2, inizierai a far emergere da te stessa, il tuo guerriero, forte e resiliente!

Benissimo! Sei arrivata fin qui nella lettura e allora ti farà sicuramente piacere vedere questo video, nel quale ti parlo proprio di Virabhadrasana 2 e ti faccio vedere, nella pratica, come eseguire correttamente questa posizione.

Ti aspetto prossimamente su queste pagine, perché continuerò a parlarti del guerriero, con la 3° figura di Virabhadrasana e con alcune varianti del ciclo dei guerrieri.

Namastè.

Sei all’inizio?
Ricevi subito la tua guida gratuita, dove ti spiegherò come iniziare a praticare Yoga, semplicemente e in piena sicurezza.
Non rimandare, inizia adesso.